“Lo Sport è Insieme” è un progetto che nasce da una visione di sport centrato sulla persona. Siamo infatti convinti che l’esperienza nel contesto sportivo consenta di liberare energie positive che favoriscono comportamenti costruttivi, senso di appartenenza e intelligenza sociale.

La relazione si pone così al centro di qualsiasi prevenzione e lo sport è relazione.

Lo sport attraverso il contatto con il proprio corpo e l’incontro con gli altri, permette di riappropriarsi della fiducia in sé stessi, di acquisire competenze cognitive, relazionali e affettive che resteranno come caratteristiche assimilate per il resto della vita.

Lo Sport è gioia!

La linea del progetto è quella di aprire all’esperienza per far sì che lo sport venga vissuto come un momento di gioia e non come sacrificio, diventando strumento per la propria realizzazione come individuo, per il proprio equilibrio e per la propria salute.

A chi ci rivolgiamo?

Il progetto è pensato a bambini e adolescenti, con particolare attenzione al coinvolgimento delle bambine per favorire la riduzione del gender gap nello sport e prevenire l’abbandono precoce.

Gli obbiettivi

  • Avvicinare bambini e adolescenti all’attività fisica, motoria e sportiva in un’ottica di benessere e salute
  • Creare l’opportunità di praticare sport per i soggetti più fragili
  • Rendere l’esperienza sportiva una possibilità di “riparare” alle esperienze relazionali escludenti
  • Offrire un punto di vista culturale che faccia testo sulle differenze come strumento per fare gruppo
  • Porre una riflessione sul genere all’interno del mondo sportivo
  • Promuovere la pratica sportiva come stile di vita non solo sano ma anche equilibrato e consapevole

Come lo faremo?

  • Formazione, per sostenere i tecnici nel mettere insieme competenze sportive e relazionali, e coinvolgere i ragazzi e i bambini in un’esperienza gratificante e motivante;
  • sensibilizzazione dei dirigenti sportivi nell’approfondire le motivazioni di eventuali abbandoni durante il percorso di progetto, per poter “correggere” l’offerta;
  • esposizione a più discipline sportive, offrendo ai partecipanti la possibilità di mettersi alla prova in almeno tre diverse discipline per gruppo;
  • integrazione dell’attività sportiva con momenti condivisi con la propria famiglia, che verrà coinvolta direttamente nelle attività dei bambini e degli adolescenti;
  • parallelamente alle attività ludico/sportive, i bambini e i ragazzi saranno i destinatari di una campagna di promozione di corretti stili di vita in particolare di una campagna di educazione alimentare che sappia far scoprire ai bambini e ragazzi nuovi gusti e sapori senza mai perdere di vista il divertimento e il gioco;
  • particolare attenzione alle discipline proposte alle bambini e alle adolescenti per scardinare il pregiudizio culturale sulla predisposizione “naturale” verso alcuni sport;
  • coinvolgimento di tecnici e dirigenti donne per contribuire in modo concreto sulle opportunità di lavoro.

Tutti i bimbi e ragazzi che parteciperanno al nostro progetto potranno fare esperienza di una giornata di gare e senso di appartenenza partecipando ad uno dei grandi eventi finali organizzati in tutto il territorio nazionale.