PATTINAGGIO – Skating Club Pordenone: la grande festa del pattinaggio artistico

Un’esplosione di colore, musica e allegria, l’esibizione che lo Skating Club Pordenone Libertas ha offerto domenica pomeriggio presso il Centro Sportivo di Barcis, e che ha deliziato il nutrito pubblico intervenuto nonostante il sole cocente di un caldissimo pomeriggio estivo. Era presente anche l’Accademia di Pattinaggio San Vendemmiano (Treviso), con allieve della Roll San Marco e del Pattinaggio Libertas Porcia.

Ospiti della Casa Nautica, grazie alla piena disponibilità della Pro loco capitanata da Maurizio Salvador, le giovani pattinatrici durante il tradizionale ritiro a Barcis hanno potuto partecipare ad un indimenticabile fuori programma: lo stage di Silvia Marangoni, l’undici volte campionessa mondiale di pattinaggio. 

Ha suggellato il ritiro 2016 per le ragazze più grandi lo spettacolo, magistralmente presentato da Sandra Varaschin, durante il quale si sono esibiti i quartetti: Double Key, vincitore quest’anno del Campionato Italiano PGS a Misano Adriatico, con Beatrice Del Zotto, Martina Biscontin, Alice Savian (dello Skating Club) e Anna Vittoria Rizzato (del Pattinaggio Libertas); Pinguini, con Marta Zen, Francesca Piva, Martina Tedeschi e Irene Bincoletto (le piccole dello Skating Club) e Maleficient, con Irene Carniello, Beatrice Manicone, Sofia Masini (dello Skating Club) e Elena Sofia Furlan (Roll San Marco), con la menzione di Mara Vicenzini (Skating Club) che si alterna nel quartetto con le altre durante le gare.

Accanto ai quartetti, le singolariste dell’Accademia di Pattinaggio San Vendemmiano, Rebecca Vettorel, Elisabetta Peccolo, Marta Corbanese, Mayra Mazzer, Beatrice Bottega, Gioia Faccin, Andrea Giulia Marcon, Alessia Del Puppo, Laura Meneghin, Jasmin Sperandio, Alessandra Zava, Matilde Marcon, Agata Lovisotto, Gaia Manzan, Agata Del Puppo, Serena Perrone, Eleonora Gianotto, Anna Tronchin, Elena Tonon e Ilaria Buffon, hanno offerto spettacoli emozionanti.

Le pattinatrici hanno proposto anche due esibizioni di grande effetto a tema sportivo, Tennis e Rugby.

La sorpresa è stata vedere le ragazze* ballare senza pattini*, in una coreografia ideata da loro stesse.

L’interdisciplina è stata la parola d’ordine di questo ritiro 2016, durante il quale le ragazze più temerarie hanno avuto l’opportunità di provare la canoa con Daniele Molmenti.

 



Lascia un commento