Ancora un grande successo per Milano In Sport e per la Libertas

Tutto il mondo sportivo ha aderito a questa importante manifestazione che ? anche l’unica che viene organizzata dall’assessorato allo sport di Milano che normalmente concede patrocini o sponsorizzazioni ma non entra mai direttamente nell’organizzazione tranne che per questa manifestazione.
Il risultato ? che 36 tra federazioni sportive nazionali enti di promozione e discipline associate hanno aderito a questa importante iniziativa che si snoda per le vie del centro tra il Duomo e Piazza Castello.

Anche quest’anno la Libertas (con le arti marziali) ha avuto un posto d’onore nella manifestazione in Piazza Duomo segno di una intensa collaborazione che dura ormai ininterrottamente da 7 anni.

Il programma ovviamente fitto, intenso e senza sosta per tutti i 2 giorni ha impegnato tutto lo staff Libertas provinciale per alternare nel programma manifestazioni di livello No Stop. Molte le discipline coinvolte: Judo, Karate, Nippon Kempo, Kung Fu, Tai Chi, Difesa Personale. Kumite Jitsu, Chi Qung, ecc. in un mix senza sosta per tenere sempre alto l’interesse del pubblico che in Piazza Duomo a Milano certamente non manca.

L’area Libertas ha avuto anche l’onore della visita del sindaco Di Milano Letizia Moratti, insieme all’assessore allo sport Alan Rizzi, e ai dirigenti del CONI Milanese insieme con i quali ha visitato solo 3 o 4 aree sportive presenti in Piazza duomo e quindi quella Libertas dove ha ricevuto dal Consigliere Nazionale Giuseppe Manzella la maglietta e il cappellino Libertas in ricordo della manifestazione.

Tanta l’emozione tra atleti e tecnici presenti perch? non ? semplice avere un’opportunit? simile e dunque molte le societ? Libertas e gli atleti che hanno aderito.

Tra le varie iniziative promosse nella 2 giorni anche il 1? Trofeo Libertas di Nippon Kempo “Milano In Sport” con atleti di spicco Internazionale che parteciperanno ai prossimi Campionati mondiali in Giappone previsti a met? settembre e poi a ottobre ai Campionati Europei a Mosca.

Neanche il tempo di godere di questi momenti di gloria sportiva Milanese che occorre subito buttarsi nel nuovo anno sportivo e nella nuova campagna tesseramenti ma, lo sport (come la vita) va avanti.



Lascia un commento