Tutto pronto per il Campionato Nazionale Libertas di Ginnastica Ritmica

A distanza di quasi due anni, la Ginnastica Ritmica targata Libertas torna al suo appuntamento più atteso, il Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica e Rhythmic Coreograthy. E’ una emozione poter tornare a parlare di Campionati Nazionali, di sport come momento aggregativo ed esperienza significativa per i più giovani, di sport come luogo di incontro, di sport come festa.

E’ con grande impegno e voglia di tornare ai grandi eventi, che il Centro Nazionale Sportivo Libertas, con la preziosa collaborazione del Centro Regionale Libertas Campania, ha indetto e organizzato questo Campionato che coinvolgerà undici regioni e più di seicento atlete.

Dal 10 al 13 giugno le atlete torneranno finalmente all’esibizione per portare a casa il titolo di Campione Nazionale Libertas regalando agli appassionati di questo sport uno spettacolo carico di emozione, grande tecnica e senso estetico. Dopo essere stati per diversi anni ospiti della riviera adriatica e della città termale di Fiuggi , quest’anno, l’anno della rinascita dopo il blocco delle attività causato dalla pandemia, abbiamo deciso di ripartire ai piedi del Vesuvio, nello splendido contesto naturalistico e culturale della terra campana.

Il “quartier generale” delle società sportive sarà Torre del Greco, nella suggestiva cornice del golfo di Napoli, mentre le gare, che cominceranno giovedì 10 giugno con la prova della Coreografia e proseguiranno fino a domenica 13 giugno, si svolgeranno al Palaveliero di San Giorgio a Cremano, una struttura già punto di riferimento della Libertas Campania e della Libertas Salerno per i Grand Prix, le selezioni provinciali e le selezioni regionali della Ginnastica ritmica e artistica.

“Nonostante questo periodo di difficoltà- ha dichiarato il Consigliere Nazionale Carmine Adinolfi, che da tempo si dedica allo sviluppo dei Campionati Nazionali e degli eventi legati a questa disciplina– e le difficoltà contingenti, che tutte le nostre associazioni hanno dovuto vivere a causa della pandemia e del blocco forzato delle attività sportive, siamo riusciti a mettere in piedi una macchina organizzativa efficace in tempi brevi anche grazie ad una squadra sempre più “rodata”. Un ringraziamento quindi a tutti i collaboratori, i giudici e a quanti stanno mettendo il loro lavoro e impegno per la riuscita di questo grande evento. Per la prima volta porteremo il Campionato “più giu” del Lazio per puntare sulla tradizionale ospitalità della Campania e sulla cornice suggestiva idimenticabile del Golfo di Napoli.”



Lascia un commento