SALTO CON L’ASTA – Jeremy Scott davanti a Gibilisco a Chiari

La ventiquattresima edizione dell?Asta in Piazza di Chiari, svoltasi il 7 settembre, ha mantenuto le promesse della vigilia con una manifestazione di alto profilo dove i due attori principali sono stati senza dubbio Jeremy Scott, vincitore delle due edizioni precedenti, e l?ex campione del mondo Giuseppe Gibilisco che tornava a Chiari dopo ben 11 anni. Un cielo gonfio di nuvoloni sembrava mettere a repentaglio la perfetta organizzazione dell?Atletica Chiari 1964 Libertas che per la ventiquattresima volta metteva in cantiere questa prestigiosa gara che ha il merito d?avere ben due record: quello della longevit? poich? nessuna altra manifestazione simile ? durata tanto negli anni, e di aver fato registrare il primato del mondo della specialit? stabilito dall?australiano Victor Chistyakov nel 1999 con m. 5,95. Inutile dire che la presenza di Gibilisco aveva attirato in Piazza Zanardelli un numeroso pubblico che sognava una sua vittoria di prestigio, ma il siciliano ha dovuto lasciare spazio ad un super Scott, motivato sia dalla presenza dell?italiano, sia dalla grande voglia di fare il tris di successi per eguagliare nell?albo d?oro Pegoraro e il connazionale Trappening. Prima cha la gara entrasse nel vivo con i due fuoriclasse, si distinguevano fra gli outsider gli italiani Boni e Piantella (campione italiano in carica), i cechi Balner e Kudlicka e l?altro americano Darren Niedermeyer che superano tutti la misura di m. 5,46. A misure inferiori erano usciti il finlandese Jarno Kivioja (m. 5,32), lo sloveno Andrej Poljanec (m. 5,32) il ceco Jan Kudlicka (m. 5,16), mentre si fermavano a m. 5,00 l?italiano Matteo Rubbiani e il ceco Stepan Janacek. La misura di m. 5,56 veniva superata solo da Niedermeyer, Scott e Gibilisco. Scott e Gibilisco restavano appaiati anche a m. 5,66, poi l?americano superava l?asticella a m. 5,76 al primo tentativo, mentre Gibilisco commetteva il primo errore. Il confronto si spostava a m. 5,81: Gibilisco con i restanti due tentativi non trovava il colpaccio e cos? Jeremy Scott si aggiudicava con pieno merito il trofeo dell?Atletica Chiari 1964 Libertas.
La classifica finale:
1) Jeremy Scott (Usa) 5,76 m; 2) Giuseppe Gibilisco (Atl. Vomano) 5,66 m; 3) Darren Niedermeyer (Usa) 5,56 m; 4 ex aequo) Giorgio Piantella (Carabinieri) e Michal Balner (Repubblica Ceca) 5,46 m.; 6) Marco Boni (Aeronautica) 5,46 m; 7) Jarno Kivioja (Finlandia) 5,32 m; 8) Andrej Poljanec (Slovenia) 5,32 m; 9) Jan Kudlicka (Rep. Ceca) 5,16 m; 10) Matteo Rubbiani (Aeronautica) 5,00 m; 11) Stepan Janacek (Rep. Ceca) 5,00; 12) Jure Rovan (Slovenia) n.c.



Lascia un commento