Nominato il nuovo Vice Direttore della Libertas. E’ Stefano Tacconi

Un uomo di sport. E’ questa la definizione che meglio racconta il percorso professionale e di vita di Stefano Tacconi, che ha da pochi giorni accettato la nomina di Vice Direttore del CNS Libertas.

Calciatore professionista negli anni ’80 e podista negli anni a seguire, Stefano successivamente, allena squadre professioniste nel calcio a 5/7 femminile serie C e maschile regionale, senza abbandonare l’impegno nel seguire, da allenatore, anche le giovanili e amatoriali di calcio a 11.

La passione sportiva lo conduce, negli anni ’90, al semi-professionismo nello Sci Nautico, per poi sperimentarsi anche nel ciclismo e infine approdare all’equitazione semi-agonistica. La lunga esperienza nel mondo dello sport lo porterà ad assumere, nel tempo, ruoli dirigenziali, dalla Federazione Italiana Turismo Equestre (DSA), di cui è stato prima vice Presidente e poi Presidente Regionale, all’elezione nella Giunta del Coni Toscana in rappresentanza delle DSA per due mandati: 2012/2016- 2016/2020.

Nel 2010 inizia il suo percorso negli EPS, prima come dirigente nazionale, per poi diventare Presidente Regionale e accettare oggi la carica di Vice Direttore Generale Libertas.

Tacconi è, inoltre, co-fondatore della Associazione Vie Francigene in Toscana, di cui divenne Presidente, e membro dell’Ufficio di Presidenza dell’Associazione Europea delle Vie Francigene.

Da anni, infatti, Stefano si impegna per il riconoscimento della rete italiana delle associazioni attive sul percorso francigeno.

In questo momento credo che la priorità come uomo di sport sia, per me, quella di raccogliere le istanze delle nostre associazioni e costruire, con il team di Libertas, possibili risposte per queste esigenze. Sono particolarmente attento anche al sostegno di tutte quelle attività, tipiche delle realtà del Terzo Settore, che operano per il superamento delle differenze di genere e la piena inclusione sociale.” Queste le parole con cui il Vicedirettore ha commentato la propria nomina – “Ringrazio il Presidente Pantano per questa opportunità e per la fiducia che ha riposto in me e il Direttore Generale Fabio Caiazzo, con cui sono felice di iniziare questa avventura di collaborazione.”



Lascia un commento