Libertas Roma. Stella d’Argento al Merito Sportivo a Carlo Dalia

Un riconoscimento alla lunga passione sportiva e all’impegno dei molti anni dedicati alla promozione dello sport di base, la Stella d’Argento al Merito Sportivo per Carlo Dalia, presidente del Centro Provinciale Libertas di Roma.

Da sempre Carlo ha dimostrato grande sensibilità per i temi legati alla complessità del territorio romano, cercando di rispondere alla domanda di sport e socialità delle periferie di una città che troppo spesso ha difficoltà a gestire le smagliature del tessuto sociale. Il Centro Provinciale Libertas di Roma ci prova con iniziative pensate per permettere a tutti di trovare momenti e luoghi di incontro e confronto attraverso l’attività sportiva.

L’accesso allo sport di base o sociale è infatti un tassello importante in tutti quei contesti in cui le agenzie aducative possono fare la differenza nel futuro di molti giovanissimi. Un territorio da “presidiare con lo sport di inclusione” quello di Roma, in cui l’attenzione alle tematiche della equità sociale, delle opportunità per tutti e della offerta culturale-educativa sono da sempre centrali.

L’impegno di Carlo Dalia in questo senso gli è valso questa importante onorificienza, sancita anche dalle parole di Giovanni Malagò: “Mi congratulo profondamente con te, augurando che nel prosieguo dell’attività dirigenziale possa conseguire ulteriori traguardi e soddisfazioni”.

Il lavoro del presidente provinciale di Roma continuerà infatti proprio con l’intento di raggiungere nuovi obiettivi che possano rendere concreti e operativi gli ideali e i principi fondanti della Libertas tutta, dello sport sociale e della cittadinanza attiva, come confermano le parole con cui Dalia ha accolto la Stella d’Argento:“E’ un premio che devo alla mia appartenenza alla Libertas e sono felice di averlo ricevuto proprio nel 2020, anno in cui festeggio i miei 50 anni di tesserato libertas. Un percorso iniziato a 8 come atleta e continuato con 30 anni di dirigenza ai vari livelli”.

 



Lascia un commento