Edoardo Alfieri è campione mondiale di marcia indoor

A Torun, in Polonia, la rassegna iridata al coperto dei Campionati Mondiali indoor inizia con un risultato importante per i colori italiani. Nei mt 3000 di marcia il pluridecorato europeo e mondiale della stagione 2022, Edoardo Alfieri M65, Cs Giovanile Catanzaro Lido stravince e sale sul più alto gradino del podio con una medaglia d’oro. Il risultato è di quelli eclatanti e porta nell’olimpo dell’atletica leggera un atleta calabrese e la sua società sportiva. e l’Ente di Promozione Sportiva Centro Nazionale Sportivo Libertas . Edoardo Alfieri vince col tempo di 15 minuti e 57 secondi e relega al secondo posto lo spagnolo Aranda Fernandez Pedro Josè’ col tempo di 16 minuti e 14 secondi ed al terzo l’altro azzurro Iaia Giuseppe che conclude la sua gara in 16 minuti e 55 secondi. Gli altri azzurri in gara Claudio Penolazzi e Virginio Soffientini giunti rispettivamente al 5 e 13 posto. La moderna Arena Torun sede di queste competizioni indoor ha il suo campione. Eppure dopo circa 30 anni che aveva lasciato l’atletica, grazie al suo allenatore nonché presidente del Centro sportivo giovanile, Santo Mineo, presidente del Centro Regionale Sportivo Libertas Calabria professionista di grande esperienza nel mondo dell’atletica leggera è ritornato sui campi di gara ed il continuo allenamento e la giusta preparazione lo hanno portato sui vari podi dei campionati nazionali dove ha testato la sua preparazione atletica e arrivando secondo . Poi per diversi anni è stato l’atleta da battere nei vari campionati italiani. Poi arrivata la rassegna europea ad Eraclea ed il risultato parla solo con 5 medaglie tre oro e due argento relegando l’Italia sul più alto gradino del podio a squadre. Dopo lo stop x pandemia ritorna e lo scorso anno stravince gli europei di Grosseto con 4 ori e non contento ha vinto ben quattro medaglie d’oro nelle competizioni mondiali di marcia che si sono svolte in Finlandia: 3 individuali nei 5-10-20 km master e l’oro a squadre nella 10 km master. Indossare le medaglie diventa una grande emozione e grande soddisfazione perché è un risultato mai ottenuto da un atleta e da una società sportiva del Sud Italia. Ed ora dopo i mt.3000 si cimenterà venerdi 31 marzo nei 10000 metri .



Lascia un commento