Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica Libertas. A Rimini entusiasmo e passione

Un anno importante per il Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica Libertas, che in questo 2019 ha visto crescere numeri ed entusiasmo. Una disciplina, quella della ritmica,  che raccoglie sempre più talenti e appassionati. Complice del successo di questa edizione anche la location, pensata e allestita per l’evento in uno dei padiglioni della Fiera di Rimini, completamente rivoluzionato per ospitare la kermesse.

Il Campionato, indetto dal Centro Nazionale Sportivo Libertas, con il supporto e la collaborazione del Centro Provinciale Libertas di Salerno ha dato vita ad una quattro giorni di gare, dal 24 al 28 aprile, a cui hanno partecipato circa 800 atlete per un totale di 1500 esercizi. Sulla pedana, ginnaste provenienti da tutta Italia, in rappresentanza di oltre 50 associazioni sportive dilettantistiche affiliate con il nostro ente di promozione.

Un traguardo che arriva alla fine di un lungo percorso intrapreso in inverno da più di 3000 ginnaste impegnate nelle tappe di avvicinamento su scala provinciale e regionale. Programmazione, e cura dei dettagli sulle dinamiche regolamentari, hanno permesso  di costruire un evento coinvolgente e partecipato. A lavoro per questo obiettivo la Responsabile Nazionale Libertas Teresa de Martino e Carmine Adinolfi che ha supportato tutte le fasi del progetto.

La cornice accogliente di Rimini ha permesso un straordinaria partecipazione anche dei familiari delle atlete, dei dirigenti e dei tecnici che hanno seguito le gare con partecipazione. Un colpo d’occhio suggestivo quello di Rimini colorata con le bandiere e gli striscioni della Libertas che seguivano il percorso dagli hotel del centro al quartiere fieristico.

Quattro giorni intensi, che si sono aperti con un trofeo alle Coreografie, un premio fuori gara che ha messo in risalto la spettacolarità della ginnastica ritmica, mettendo in scena un vero e proprio show per il pubblico.  Nel corso della mattinata di apertura un saluto sentito del Presidente Nazionale Libertas Luigi Musacchia:  “Lo sport è un’occasione di crescita psicofisica. Il nostro obiettivo è quello di permettere a tutti di accedere a questa opportunità di mettersi in discussione, misurarsi con le proprie emozioni e i propri limiti, confrontarsi attraverso il gesto sportivo. Restituire allo sport un ruolo centrale e valoriale nella vita dei ragazzi è al centro del nostro impegno.”

Il Presidente ha poi rivolto un augurio alle ragazze, ai loro tecnici e dirigenti, e alle famiglie presenti sulle gradinate del Padiglione A1 della Fiera di Rimini per una gara emozionante da vivere insieme. Dopo la giornata di apertura del Campionato alla presenza anche del Direttore Tecnico Libertas, Luciano Morri, sono partite la gare individuali e a squadra che si sono susseguite da venerdì a domenica mattina.

Unica interruzione per le esibizioni esibizioni applauditissime di  Alexia Gorina,  promessa della Ritmica Nazionale da poco entrata nel Team Italia e  stella dell’immediato futuro azzurro, e Sofia Bevilacqua, atleta già consolidata del panorama nazionale e internazionale, pluri-campionessa di categoria, è entrata nella “top ten” della disciplina all’ultima World Cup di Sofia, lo scorso settembre.

Emozionanti le premiazioni finali con decine e decine di baby atlete salite sul podio a raccogliere il meritato premio per le loro fatiche in pedana, vagliate dalla giuria presieduta da Francesca Petrone, che quest’anno ha anche letto a nome di tutte le ginnaste la preghiera dell’atleta. Carmine Adinolfi, al termine delle premiazioni, ha ringraziato tutto il suo staff e l’Amministrazione comunale di Rimini per l’apporto fondamentale alla riuscita dell’evento e dato appuntamento alla prossima edizione del Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica Libertas.



Lascia un commento