Aureliadi 2022. Al Salone d’onore del Coni si celebra lo sport come valore per la vita

Tagliano il traguardo della XVII edizione le “Aureliadi 2022. Formazione, educazione e cultura sportiva dei giovani”, che si confermano un appuntamento atteso e significativo del calcio dedicato ai giovanissimi.

Ad ospitare la presentazione della manifestazione, domenica 8 maggio, uno dei luoghi simbolo della cultura sportiva, il Salone d’Onore del CONI a Roma. Una cornice suggestiva che ha permesso di raccontare al meglio questa iniziativa promossa da Libertas e realizzata da Promet srl, con il coordinamento di Laura Barbaliscia e Sandro Tommasetti, che coinvolge 25 società sportive e più di 1200 bambini dai 6 ai 12 anni sul territorio romano.

“Sono felice di poter vedere questo coinvolgimento e di sentire l’entusiasmo per questa manifestazione. – ha sottolineato il Presidente Andrea PantanoQuesti momenti ci consentono di veder realizzati sul territorio l’impegno, il lavoro e la passione sportiva che come Ente di promozione sportiva, Libertas mette in campo ogni giorno. La capacità di tutte le realtà associative che confluiscono in Libertas, di far vivere i valori e la visione peculiare dell’associazionismo nelle attività sportive di base, è il tassello imprescindibile su cui costruiamo la nostra idea di sport.”

Un’edizione importante, quella di quest’anno, pensata con la collaborazione della Federazione Italiana Danza Sportiva, grazie alla Presidente Laura Lunetta, e organizzata con il patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Roma e della Città metropolitana di Roma Capitale.

In rappresentanza di tutte le istituzioni coinvolte hanno partecipato infatti a questa mattinata di presentazione, la Consigliera Regionale Valentina Grippo, la Presidente dell’Assemblea Capitolina di Roma Svetlana Celli, la Consigliera dell’Area metropolitana di Roma Capitale Alessia Pieretti e il Presidente del Coni Lazio Riccardo Viola.

A rendere ancora più significativo l’evento, il momento dedicato al premio “Il sorriso di Paola”, in memoria di Paola Merluzzi, fondato nel 2014 da colui che ne è oggi il patron, Raul Merluzzi. Un premio rivolto a tutti quegli atleti che, nell’ambito dell’attività sportiva annuale riescono ad ottenere un miglioramento non solo delle proprie capacità tecniche, ma anche e soprattutto delle proprie competenze personale, emotive e sociali.

Per testimoniare, in questa giornata dedicata allo sport di tutti, proprio la capacità dell’esperienza sportiva di potenziare tutte quelle qualità che compongono la sfera relazionare dell’essere umano, di allenare alla vita e di sostenere la crescita dei giovanissimi, due icone del calcio italiano Giacomo Losi e Giancarlo Oddi, che sono stati testimonial di eccezione dei grandi valori dello sport di tutti e per tutti.



Lascia un commento