Semplici regole per usare bene i social se sei una ASD o SSD

Molto spesso il modo più veloce ed immediato che una Asd o Ssd può utilizzare per comunicare è la pagina Facebook. Gratuita, di facile gestione, e immediata per alcuni sostituisce di fatto il sito internet. Certo, il sito in realtà non può essere totalmente “soppiantato” dai social perché per sua natura si pone obiettivi differenti, ma possiamo usare  qualche piccolo “trucco” per avere più audience e più risultati anche con i social.

Ecco alcuni accorgimenti che possono facilitare la tua Asd o Ssd su Facebook:

  • Non usare un linguaggio pubblicitario: pubblica foto di allenamenti, traguardi e premi ma anche foto di puro divertimento e che esuli dalla attività sportiva vera e propria (Per le foto di minori è necessaria l’autorizzazione scritta dei genitori). L’obiettivo è non essere autoreferenziali ma “raccontare” la propria realtà.
  • Tagga le persone nelle foto che carichi su Facebook, in questo modo la foto sarà visibile dai suoi amici, strutturando un “passaparola online”.
  • Geolocalizza le foto: inserisci sempre il luogo dove sono state scattate le foto. In questo modo saranno le persone interessate al tuo territorio a scoprire la tu attività.
  • Crea dei contenuti utili. Prova a capire quali sono le informazioni che rappresentano un valore aggiunto per il tuo pubblico potenziale.
  • Raccontati: racconta la storia della tua associazione, della tua palestra. Racconta i risultati dei tuoi ragazzi e il loro entusiasmo.
  • Sponsorizza i post più interessanti: Facebook rende visibili i tuoi post solo ad una piccola parte dei tuoi fan. Con le inserzioni puoi raggiungere un pubblico più ampio, individuandolo non solo per area geografica, sesso, età ma anche per interessi.


Lascia un commento