Udine, Calcio a 5: tutte le novità sul Campionato Provinciale Libertas

Grandi novità annunciate alla conferenza stampa sul Campionato Provinciale Libertas di Calcio a 5, che si è tenuta sabato 8 settembre in presenza di Maurizio Mesaglio, deus ex machina del torneo; Olindo Peretto, responsabile della struttura di Gemona; Dino del Mestre, responsabile arbitri; Michelangelo Giau, consigliere comunale di Gemona; e Marco Serafini, consigliere regionale Libertas. Un simpatico fuori programma ha chiamato in causa anche il già presidente della FIGC Gianni Toffoletto, venuto ad assistere alla conferenza.

CAMPIONATO – Maurizio Mesaglio, anche presidente dello Sporting 2001 Futsal, ha iniziato illustrando le particolarità del Campionato, che avrà inizio al termine di quello Carnico, al fine di non sovrapporre le due manifestazioni. La formula innovativa prevede che tutti i partecipanti saranno tesserati Libertas (al costo di 6,50 € a persona), potranno formare la propria squadra, per disputare tutte le gare nello stesso impianto, senza gli oneri burocratici ed economici di creare una propria società sportiva. L’unica incombenza sarà quella della visita medica sportiva.

I costi di iscrizione, saranno di 100,00 € o di 150,00 €, di cui la metà di cauzione; la quota campo da versare prima di ogni gara, sarà invece da 40,00 a 50,00 €, a seconda della struttura di riferimento.

Già, poiché sarà possibile scegliere fra tre diverse strutture: la Bombonera a Feletto Umberto, l’Istituto Tomadini a Udine, lo Sporting 2001 a Gemona. A seconda delle squadre iscritte, potranno essere formati anche più gironi su ogni sede, con play off finali, che daranno accesso alla fase nazionale Libertas.

Ci sarà anche spazio per il C5 femminile. L’organizzazione ha infatti tutta la volontà di creare un torneo, o addirittura un campionato, qualora in numero di squadre fosse sufficiente.

Le iscrizioni vanno inoltrate alla mail sporting2001futsal@mail.com.

STRUTTURE – Il completo rinnovamento del Campionato ha riguardato non solo il numero di sedi, passate a tre, ma in particolare la sede di Gemona, dove il presidente della Nuova Osoppo, Olindo Peretto, è intervenuto per ripristinare completamente la struttura, rimasta in uno stato di degrado. I locali sono dunque stati completamente ristrutturati, e la società è pronta a far fronte ad eventuali altre necessità che potranno sopraggiungere nel corso della stagione invernale.

COPPA FAIR PLAY – Il settore arbitrale sarà affidato a Dino Del Mestre. L’obiettivo che si pone sarà innanzitutto la sicurezza, cercando di prevenire situazioni pericolose, ma anche quello di rendere lo svolgimento delle partite il più sereno possibile. Sarà istituita inoltre una “Coppa Fair Play”, per le squadre più corrette.

Dopo il saluto dei centri regionali e provinciali Libertas, portati da Marco Serafini, e quello del comune di Michelangelo Giau, è stato Gianni Toffoletto a chiosare l’incontro. «Si tratta di un mix d’avanguardia, e ci sono tutte le premesse per fare bene. È fondamentale che il calcio sia entrato in Libertas sul tappeto rosso, per completare tutto il lavoro che la Libertas fa nell’ambito sportivo. La struttura riqualificata dal tocco magico di Peretto aiuterà la formazione di tutti, e le gare saranno disputate in perfetta sicurezza, che è un aspetto importantissimo».



Lascia un commento