I francobolli celebrano il campionato italiano di calcio

Campioni d’Italia! Le emissioni filateliche enfatizzano uno sport diventato fenomeno di costume e di massa.

Una cavalcata avvincente quella della squadra bianconera che per il sesto anno consecutivo ha trionfato nel campionato italiano di calcio. Una vittoria celebrata dalla Repubblica di San Marino con l’emissione, lo scorso 13 giugno, di un francobollo dal valore di 2,00 euro.  Il dentello sammarinese raccolto in fogli da 12 esemplari con una tiratura di 70.008 serie ha anticipato, anche quest’anno, quello italiano previsto per il primo luglio. Una storia nata dalle ceneri della straordinaria formazione del 2006 (penalizzata e retrocessa in serie B) e proseguita grazie alla costruzione del nuovo impianto di gioco, il modernissimo Juventus Stadium che fa bella mostra sul valore autoadesivo emesso dall’Italia il 21 luglio 2012 in occasione della vittoria dello scudetto.

Il massimo campionato nazionale ovvero la Serie A TIM – attuale denominazione ufficiale a seguito del contratto di sponsorizzazione con la nota azienda – è stato inaugurato nel 1929 sebbene la prima edizione risalga al 1898 anno in cui in un’unica giornata si disputò l’intero torneo. Nelle prime edizioni furono sostanzialmente due le squadre che si aggiudicarono il campionato: il Genoa – prima squadra a fregiarsi del titolo di campione d’I talia e la Pro Vercelli. Negli anni ’40 la squadra che si impose su tutte le rivali scrivendo tra le pagine più belle del nostro calcio fu il Grande Torino, pluricampione d’Italia negli anni 1943, 1946, 1947, 1948 e 1949 i cui giocatori erano la colonna portante della Nazionale Italiana nonché una delle formazioni più forti del mondo. Un ciclo sportivo durato otto anni che ha portato alla conquista di cinque scudetti consecutivi ed una Coppa Italia. L’intera squadra è stata più volte raffigurata su valori postali come in occasione del 50° anniversario della sparizione, il 4 maggio 1999.

Due valori da 900 Lire ciascuno con l’immagine dei giocatori, i nomi dei diciotto uomini che persero la vita e lo scudetto del Torino sono apparsi sui due francobolli realizzati con una tiratura di 3.000.000 di esemplari. La filatelia è purtroppo entrata in ritardo in questa splendida lotta al tricolore poiché bisognerà aspettare il 18 maggio 1987 per vedere impresso su un valore postale lo stemma di una società calcistica: il Napoli.

Quattro anni dopo a trionfare fu la rivelazione Sampdoria; un pallone colorato d’azzurro per l’occorrenza e la lanterna di Genova risaltano nel valore da tremila Lire realizzato per celebrare la storica vittoria, primo e sinora unico titolo della squadra doriana. I primi due anni del nuovo millennio hanno invece visto prevalere le squadre romane Roma e Lazio come testimoniano i due francobolli realizzati.

 

 

Un record invidiabile è quello dell’Inter – unica squadra ad avere disputato tutte le 85 edizioni, dal 1929 al 2017. 

Nel 2010 la squadra milanese riuscì in una storica impresa conquistando il mitico “triplete” ovvero campionato nazionale, coppa Italia e Champion’s League celebrata dalla Repubblica di San Marino con 3 francobolli da 1,00EUR cadauno.

 

 

 

 

 

di Alessandro Di Tucci



Lascia un commento