Ancora un titolo per nostra campionessa di Nordic Walking

Ci aveva già regalato il traguardo di Campionessa d’Europa nel 2017, e anche quest’anno il titolo non si è fatto attendere per Daniela Basso, l’atleta del team Nordic Walking Libertas di Como, che da tempo ormai colleziona successi in questa disciplina in continua crescita.

In questa calda estate 2018 Daniela sale nuovamente sul podio come Campionessa Mondiale di categoria nei Campionati Mondiali di Nordic Walking, che si sono svolti a Mosina (Polonia) dal 29 giugno al 01 luglio.

Una prova affrontata con grande voglia di non mollare, quella della Basso che nei 10.000 metri ha dovuto fronteggiare giovanissime e agguerritissime polacche, forti di giocare in casa e sostenute dalle innumerevoli bandiere biancorosse al vento.
Daniela aveva superato brillantemente le qualificazioni del sabato, ed è partita con estrema grinta nella finalissima di domenica, conquistando un quarto posto assoluto e quindi , il titolo di Campionessa Mondiale di categoria.

Un risultato storico per il Nordic Walking Agonistico italiano, che mai aveva visto un proprio atleta salire in vetta al mondo, un successo per la  scuola comasca che si consacra come eccellenza italiana e mondiale del Nordic Walking.

Anche Giorgio Rizzi, co-titolare con la Basso del record mondiale per team, ha superato senza timori le qualifiche del sabato e si è cimentato nella gara sui 10.000 metri, portando a casa un più che soddisfacente settimo posto.

La mezza maratona, specialità tecnicamente e fisicamente durissima, ha visto tra le protagoniste Raffaella Fasola, che si è trovata a lottare nella prima parte della gara contro le coriacee spagnole e, verso la fine, contro le immancabili polacche.
Per lei, giunta al traguardo con una maschera di fatica dipinta sul volto, ma nascosta dietro un sorriso di soddisfazione a trentadue denti, è giunto un brillantissimo quinto posto e la definitiva consacrazione nell’olimpo delle migliori al mondo in questa specialità.

La gara dei cinquemila metri ha visto coinvolto Roby Paglianti, con tutti i comaschi a bordo pista a fare il tifo per colui che fu, non molto tempo fa, un loro allievo. Con grande orgoglio Roby ha colto il nono posto, che ha portato con sé a Viareggio, lasciando i suoi istruttori comaschi soddisfatti per l’ottimo lavoro compiuto in passato.



Lascia un commento